Messaggi del Presidente

Mark Daniel Maloney

Presidente 2019/2020

Aprile 2020

ho passato molto tempo pensando alla famiglia, non solo la mia o la famiglia estesa del Rotary, ma anche alle famiglie che stiamo aiutando nelle comunità in cui operiamo. In molte parti del mondo, madri e bambini devono affrontare sfide per sopravvivere alle cose che molti di noi non capiranno mai. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, il rischio che una donna in un Paese a basso reddito muoia durante la gravidanza o il parto, o per cause correlate, è circa 120 volte superiore a quello di una donna che vive in un Paese ad alto reddito.

Ad aprile, il Rotary rivolge la sua attenzione alla salute materna e infantile. E quando pensiamo a cosa fare per aiutare, possiamo guardare a club come il Rotaract Club di Calabar South-CB, Nigeria, per trarre ispirazione. Il club ha collaborato con il Rotaract Club di Canaan City (CB) ad un programma incentrato sull'educazione delle madri alle migliori prassi per prevenire la mortalità infantile e promuovere la salute postnatale per loro stesse e per i loro bambini. In Bangladesh, il Rotary Club di Dhaka North offre interventi chirurgici e medicinali gratuiti alle donne in gravidanza che non possono permettersi i costi ospedalieri associati al parto. Incoraggio voi e il vostro club ad andare sul sito ideas.rotary.org per trovare progetti come questi che aiutano a salvare madri e bambini.

Inoltre, abbiamo visto come milioni di persone — famiglie e intere comunità — sono state strappate dalle loro case a causa dei conflitti, della povertà e dei disastri dell'ultimo decennio. Ma il Rotary non è rimasto inerte durante la crisi globale dei rifugiati.

Durante la Giornata del Rotary alle Nazioni Unite lo scorso novembre, abbiamo onorato un borsista della pace del Rotary e cinque Rotariani impegnati ad aiutare le comunità di rifugiati. Tra loro c'era Ilge Karancak-Splane del Rotary Club di Monterey Cannery Row, California. Dopo aver visitato diverse tendopoli in Turchia, ha guidato un progetto del Rotary che ha raccolto 1.000 paia di scarpe e calzini per i bambini delle famiglie nei campi e, in seguito, ha condotto un progetto di sovvenzione globale per aiutare ad educare i bambini rifugiati. A marzo, Gay ed io abbiamo avuto il privilegio di visitare una tendopoli a Torbalı e di vedere in prima persona le buone opere che i Rotariani della Turchia e della California stanno svolgendo per i rifugiati siriani.

Le sfide affrontate dalle madri, dai loro bambini e dalle comunità di rifugiati in tutto il mondo sono scoraggianti. Ma se ricordiamo il nostro più grande punto di forza — a come Il Rotary connette il mondo — possiamo cominciare a trovare soluzioni. Attraverso la nostra creatività, le nostre risorse, la nostra dedizione e il nostro network, il Rotary può e riuscirà a creare nuove opportunità per affrontare queste sfide.


Marzo 2020

marzo è il mese in cui celebriamo il Rotaract – e questo, per i nostri giovani partner nel service, è stato davvero un anno da ricordare.

Nella scorsa primavera, il Consiglio di Legislazione ha elevato lo status del Rotaract nel nostro Statuto: il Rotary International adesso, è l'associazione sia dei Rotary club che dei Rotaract club. Poi, a ottobre, il Consiglio centrale del Rotary ha eliminato il limite d'età, ormai artificiale, del Rotaract e ha adottato altre misure per abbattere le barriere che ostacolavano la crescita del Rotaract in alcune parti del mondo.

Erano misure necessarie da tempo, perché il Rotaract è una visione di ciò che il Rotary deve diventare. Non solo abbiamo bisogno di aprire le nostre porte ai nostri giovani colleghi, ma dobbiamo anche aprire le orecchie e il cuore all'esperienza del Rotary che essi trovano più coinvolgente. Questo è uno dei modi migliori per far crescere il Rotary nel senso più pieno del termine.

Far crescere il Rotary, per me, significa molte cose. Dobbiamo far crescere il nostro service e l'impatto dei nostri progetti. E, cosa più importante, far crescere il nostro effettivo per poter realizzare di più. I Rotaractiani ci offrono proprio questa opportunità, non solo perché possono entrare a far parte del Rotary nel momento che ritengono più opportuno, ma anche perché capiscono cosa serve per attrarre altre persone come loro.

La solita routine non può più bastare. Far entrare nuovi soci per sostituire quelli che perdiamo non è la risposta. È come continuare a versare dell'acqua in un secchio bucato. Dobbiamo invece affrontare le cause di fondo della perdita di soci che avviene in tante parti del mondo: il coinvolgimento dei soci che non è quello che dovrebbe essere, e la composizione demografica del nostro effettivo, che è sempre più sproporzionatamente rappresentata da individui di età avanzata.

È tempo di fare cambiamenti di fondo. Sappiamo già quali sono gli ostacoli verso un effettivo impegnato e diversificato. È giunta l'ora di applicare quel che sappiamo e agire: inventare nuovi modelli di affiliazione, aprire nuovi percorsi per entrare nel Rotary, e creare nuovi club Rotary e Rotaract laddove quelli esistenti non rispondono ai bisogni di oggi.

I nuovi modelli di club rappresentano un'opportunità per connettersi con un insieme più diversificato di persone – e in particolar modo con chi non può o non vuole affiliarsi ai nostri tradizionali club. Già da qualche tempo stanno emergendo nuovi modelli di club, ma sta ai governatori distrettuali farne una realtà. A gennaio, all'Assemblea Internazionale, i nostri governatori entranti hanno partecipato a una esercitazione denominata "Costruisci il tuo modello di club". È stata una magnifica esperienza che li ha posti nel giusto atteggiamento mentale per il lavoro che li attende.

In ultima analisi, però, toccherà a Rotaractiani e giovani Rotariani inventare nuovi modelli di club più validi per la prossima generazione. Possiamo forse pensare di sapere cosa vorranno i giovani dai Rotary club nel futuro, ma io mi aspetto, con fiducia, che questi giovani ci sorprenderanno. A noi spetta il compito di appoggiare le loro innovazioni, perché ci aiuteranno a far crescere il Rotary perchè Il Rotary connette il mondo.


Febbraio 2020

Buon 115° anniversario, amici Rotariani e membri della famiglia del Rotary!

Dal 1905, il mondo è cambiato profondamente. Allora, la popolazione mondiale contava circa 1,7 miliardi di persone. Oggi, siamo 7,7 miliardi. Se 115 anni fa negli Stati Uniti c'erano 5 telefoni ogni 100 abitanti, nel 2020 si stima che il 96% della popolazione disporrà di un telefono cellulare, mentre tra Cina e India i cellulari in uso sono oltre un miliardo.

Nei 115 anni trascorsi dalla fondazione del Rotary, tutto pare sia cambiato, ma non i nostri valori. Eravamo impegnati e continuiamo ad impegnarci per i valori di amicizia, integrità, diversità, service e leadership. Il nostro motto "Servire al di sopra di ogni interesse personale" risale al 1911, ma lo spirito etico che ne è alla base era già condiviso dai fondatori del Rotary.

La velocità con la quale cambia il mondo intorno a noi è sempre più rapida e questo rende ancor più necessario impegnarci per il service. Una cosa è leggere dei progetti di service, un'altra è essere presenti quando entrano concretamente in azione e vedere la gratitudine sui volti delle persone che ne traggono beneficio. I progetti del Rotary cambiano la vita della gente e connettono il mondo. Durante lo scorso anno ho assistito ad alcuni straordinari progetti del Rotary in prima persona.

Insieme a Gay ho visitato la prefettura giapponese di Fukushima. Pochi luoghi al mondo come Fukushima hanno dovuto affrontare una devastazione come quella provocata dallo tsunami che nel marzo 2011, in seguito a un terremoto, ha gravemente danneggiato una centrale nucleare. Oggi, tuttavia, quella di Fukushima è una storia non di distruzione ma di speranza e di rinnovamento. Le sovvenzioni del Rotary hanno contribuito a migliorare l'accesso all'assistenza sanitaria medica e mentale per le vittime del disastro, riducendo l'isolamento delle comunità grazie alla condivisione delle esperienze con persone di altre parti del mondo che hanno dovuto risollevarsi dalle conseguenze delle calamità. I nostri finanziamenti hanno aiutato a sviluppare l'automotivazione, incoraggiando il recupero sostenibile a lungo termine delle comunità della regione.

A Shanghai ho potuto conoscere meglio il programma Careers in Care, che aiuta i lavoratori migranti a rispondere alla richiesta di professionisti qualificati nelle strutture di assistenza per gli anziani. Al termine del corso, gli studenti ricevono una certificazione che migliora le loro prospettive di lavoro e che, dall'altro lato, offre al settore dell'assistenza un maggior numero di operatori qualificati. Progetti del Rotary come questo hanno successo perché rispondono ai bisogni locali e perché hanno le caratteristiche necessarie per ottenere finanziamenti pubblici locali che aiutano a sostenerne l'impatto.

In Guatemala, io e Gay abbiamo visitato Sumpango. Qui, le sovvenzioni globali hanno permesso di realizzare mucche meccaniche per la produzione di latte di soia, un migliore sistema di distribuzione dell'acqua, filtri dell'acqua e latrine pulite per il compostaggio, giardini destinati alle famiglie, un sostegno per la generazione del reddito e la formazione grazie ai programmi WASH e di alfabetizzazione. I prodotti alimentari venduti non forniscono solo nutrimento per donne e bambini ma costituiscono anche una fonte di reddito per le donne del posto.

In ogni area d'intervento e in ogni parte del mondo, i progetti del Rotary migliorano la vita delle persone e aiutano le comunità ad adattarsi in un periodo di rapidi cambiamenti. In questi giorni in cui celebriamo un altro grande anno del Rotary, rinnoviamo il nostro impegno per il rafforzamento dei rapporti che permettono al nostro service di fare la differenza. Riusciremo a migliorare la vita delle persone, dimostrando come Il Rotary connette il mondo.


Gennaio 2020

Persone di tutte le parti del mondo hanno molte ragioni per affiliarsi al Rotary. Molti Rotariani si affiliano a un club, ogni anno, per lo stesso motivo per cui l'ho fatto io: perché il Rotary è un ottimo modo per progredire nel lavoro. Quando ero un giovane procuratore alle prime armi, in Alabama, Gay e io siamo diventati soci dello studio legale di suo padre. E lui ci ha instillato il valore dell'affiliazione al Rotary come un modo per costruire relazioni e dimostrare ai potenziali clienti che eravamo professionisti seri e saldamente ancorati a valori più rigorosi di quelli che esige la nostra professione.

L'impegno del Rotary per l'azione professionale ha per base i più elevati standard etici negli affari e nelle professioni, e il riconoscimento della nobiltà di ogni tipo di lavoro utile e della dignità dell'attività occupazionale di ogni Rotariano in quanto opportunità di servire la società. Quest'ultimo punto è veramente importante. Qualunque sia la nostra professione, tutti noi diamo un grandissimo contributo al mondo quando lavoriamo con integrità e ci atteniamo sempre alla Prova delle quattro domande.

Come presidente, ho reso una delle mie priorità la necessità di bilanciare il tempo da dedicare al Rotary e gli impegni professionali e familiari dei soci. Nessun Rotariano dovrebbe sentire su di sé alcuna pressione riguardo alle ore da dedicare al servizio di volontariato. Per diverse ragioni; una di esse è che ciò che facciamo nella nostra attività lavorativa è altrettanto importante per il Rotary dell'opera che dedichiamo all'organizzazione. I nostri valori rotariani li portiamo con noi ovunque, e il nostro successo professionale contribuisce al prestigio del Rotary ogni giorno, ogni volta che andiamo in ufficio.

Questo è particolarmente importante per i nostri sforzi rivolti ai nuovi soci più giovani. Vogliamo vedere un Rotary in cui non si chiede a nessuno di scegliere fra l'essere un buon Rotariano ed essere un buon genitore, imprenditore, dirigente o dipendente. Quando proponiamo a giovani pieni di impegni di unirsi a noi, questo non può significare chiedere loro di rinunciare al proprio tempo e alla propria libertà. Dovremmo ricompensarli con un'esperienza che arricchisca tutto ciò che già fanno con una nuova dose d'ispirazione ancora più forte.

Trovare un miglior equilibrio all'interno del Rotary ci darà anche un altro beneficio: darà ad altri Rotariani, e Rotaractiani, l'opportunità di farsi avanti e assumere un ruolo di leadership nei progetti e nelle commissioni. E questo assicurerà che rimangano impegnati nei nostri club e ispirati a essere Rotariani per tutta la vita.

In tutto il mondo, il Rotary è ammirato per la sua azione professionale e per i valori consolidati che instilliamo in tutti i nostri rapporti d'affari. Nel continuare a lavorare per far crescere il Rotary, ricordiamoci sempre che l'azione professionale rimane una motivazione essenziale, per i potenziali soci, per affiliarsi al Rotary.

Il Rotary connette il mondo, e far conoscere l'azione professionale del Rotary a più persone, di tutte le professioni e in tutte le fasi della loro carriera, servirà a far crescere la nostra organizzazione e a renderla più forte e ricca di diversità.


Dicembre 2019

La partecipazione alla Convention del Rotary International è un'esperienza senza eguali. Scopri il vero spirito di aloha e il Rotary con la tua famiglia, i tuoi amici e gli amici rotariani dal 6 al 10 giugno a Honolulu, cornice ideale per riunire l'intera famiglia del Rotary, per celebrare, collaborare, e connettersi.

Ci sono due categorie di persone entusiaste di andare alle Hawaii: chi ancora non c'è mai andato e sta per vivere meravigliose esperienze senza pari, e chi ha già incisi nella memoria i momenti che ha vissuto alle Hawaii e non vede l'ora di viverne ancora.

La convention è il miglior posto per trovare e condividere il tuo aloha, che come scoprirai ben presto è molto più di un saluto. Così come il Rotary per i Rotariani è un modo di vivere, per gli hawaiani l'aloha è un modo di vivere; centrato sull'armonia di vita, la pratica della pazienza, il rispetto verso ognuno, e la condivisione della gioia con la propria famiglia, la 'ohana.

Il nostro comitato organizzatore ha programmato favolosi eventi per voi e la vostra famiglia. C'è una Gita in barca sul tema della cultura hawaiana, con pranzo a bordo: un giro di due ore fra gli straordinari spettacoli di Diamond Head, di Waikiki e della Kahala Gold Coast. A bordo, potrete imparare a suonare l'ukulele, unirvi alle danze hula, e intrecciare un vostro Lei, la collana di fiori hawaiana.

Potrete godere dell'ospitalità isolana in una gamma completa di eventi, dal modesto picnic in un giardinetto al pasto in famiglia di molte portate. Ci saranno fantastici progetti di service da vedere, come due antichi laghi artificiali hawaiani per l'allevamento dei pesci. E una Marcia della pace all'alba, nello splendido Ala Moana Beach Park: una passeggiata di quasi 5 chilometri all'ombra dello spettacolare e rinomato cratere di Diamond Head.

Dentro e fuori le sale congressuali, questa sarà la convention più attenta alle famiglie di tutta la storia Rotary, con una cerimonia di apertura centrata sulla famiglia, e altri eventi rivolti alle famiglie nella Casa dell'Amicizia. La sessione di apertura prevede, naturalmente, la nostra tradizionale cerimonia delle bandiere.

La nostra convention del 2020 sarà anche l'occasione per celebrare lo storico legame del Rotary con le Nazioni Unite. Come ho segnalato nel mio messaggio di novembre, a giugno 2020 si celebrerà il 75° anniversario della firma dello statuto delle Nazioni Unite. Il giorno prima dell'inizio della convention, il Rotary e l'ONU terranno il quinto evento congiunto del 2019/2020, incentrato sulla sostenibilità ambientale.

Inoltre, stiamo preparando la convention più 'green' di tutta la storia del Rotary, e nei prossimi mesi condividerò altri dettagli in merito. Adesso, però, visitate il sito riconvention.org/it, cliccate sul pulsante REGISTRATI, sotto il logo Honolulu Hawaii 2020. Le tariffe ridotte per chi si registra in anticipo scadono il 15 dicembre, quindi non aspettate.

Il Rotary connette il mondo e alla Convention del Rotary lo fa al suo meglio. Portate la vostra famiglia a incontrare la nostra famiglia. Arrivederci a Honolulu!


Novembre 2019

Il Rotary Day alle Nazioni Unite, che si celebra ogni anno a novembre, è un’importante occasione per ricordare la storica relazione tra le nostre organizzazioni. Quest’anno, l’evento è anche più importante del solito, perché ci stiamo preparando a festeggiare il 75º anniversario della firma della Carta dell’ONU, a giugno 2020.

Perché festeggiare questo anniversario? Per il Rotary, è del tutto appropriato, perché abbiamo svolto un ruolo di leadership alla Conferenza di San Francisco che ha creato le Nazioni Unite nel 1945. Durante la II Guerra mondiale, il Rotary ha pubblicato materiali sull’importanza di formare un’organizzazione per salvaguardare la pace nel mondo.

Il Rotary non solo ha aiutato a influenzare la creazione dell’ONU, ma la rivista ha giocato un ruolo chiave nella comunicazione dei suoi ideali. Il Rotary ha educato i soci sui piani per creare l’ONU attraverso numerosi articoli nella rivista The Rotarian e tramite un libretto intitolato From Here On! Quando è giunto il momento di scrivere la Carta delle Nazioni Unite, il Rotary era una delle 42 organizzazioni invitate dagli Stati Uniti come consulenti per la sua delegazione alla Conferenza.

Ogni organizzazione aveva posti a sedere per tre rappresentanti, quindi gli 11 rappresentanti del Rotary International hanno svolto l’incarico a rotazione. Tra i rappresentanti ufficiali del Rotary vi erano il segretario generale, gli attuali ed ex presidenti e il redattore di The Rotarian. Inoltre, Rotariani provenienti da Africa, Asia, Australia, Europa, Nord e Sud America hanno svolto la funzione di membri o consulenti per le delegazioni delle proprie nazioni.

Abbiamo un rapporto profondo e duraturo con l'ONU che merita di essere celebrato e apprezzato. Per riconoscere questo rapporto, il Rotary organizzerà cinque eventi speciali entro giugno: Rotary Day alle Nazioni Unite a New York, il 9 di questo mese; tre conferenze presidenziali l'anno prossimo a Santiago (Cile), Parigi e Roma; e una celebrazione finale poco prima della Convention del Rotary a Honolulu.

L'attenzione all'ONU l'anno prossimo non riguarda solo il passato, ma punta i riflettori anche sul percorso per il nostro futuro. Ci sono così tanti parallelismi tra l’opera che svolgiamo nelle nostre aree di intervento e il lavoro degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Sebbene questi obiettivi siano davvero incredibilmente ambiziosi, forniscono ispirazione e direzione - e sono simili a molti obiettivi del Rotary, che hanno dimostrato di creare un cambiamento positivo e duraturo nel mondo in cui viviamo. Gli obiettivi possono essere raggiunti, ma solo se intrapresi con lo stesso impegno a lungo termine e la stessa tenacia che il Rotary comprende così bene. Da soli, non possiamo fornire acqua pulita per tutti, non possiamo debellare la fame, non possiamo eliminare la polio. Ma insieme, con partner come le Nazioni Unite, naturalmente potremo riuscire nelle nostre imprese!

Vi invito a considerare la vostra partecipazione a una delle nostre cinque celebrazioni dell’ONU. Durante l’anno attendo di poter condividere con voi informazioni relative a questi eventi speciali.


Ottobre 2019

La battaglia a lungo termine e sostenibile del Rotary contro la polio ha caratterizzato la nostra organizzazione per decenni. Abbiamo il diritto di essere orgogliosi di tutto ciò che siamo riusciti a ottenere negli anni.

I nostri progressi sono reali e notevoli. Nel 1988, la polio era endemica in 125 Paesi, con oltre 350.000 nuovi casi all'anno in tutto il mondo. Da allora il Rotary e i partner della Global Polio Eradication Initiative hanno ridotto i casi di polio di oltre il 99,9 percento, vaccinando oltre 2,5 miliardi di bambini contro il virus, prevenendo ben 18 milioni di casi di paralisi. Negli anni, il Rotary ha aiutato un Paese dopo l'altro a passare nella colonna delle nazioni polio-free. Nell'elenco c'è l'India, un'impresa ritenuta impossibile da molti fino a poco tempo fa. Fra i tre tipi di poliovirus, il tipo 2 è stato eradicato e il tipo 3 riceverà a breve la certificazione di virus eradicato. La Nigeria non ha riportato nuovi casi di poliovirus selvaggio in tre anni. Se continua questo trend, arriveremo a solo un tipo di poliovirus selvaggio in una sola parte del mondo, in Afghanistan e Pakistan.

In quella parte del mondo, continuano ad esserci importanti sfide. Dobbiamo comunque rimanere ottimisti, riflettendo su quanto siamo riusciti ad ottenere finora. Questo non è il momento per farsi scoraggiare o per pensare che l'impresa è impossibile. Eradicheremo per sempre la polio, ma solo se resteremo impegnati e vigili. La Giornata Mondiale della Polio è l'occasione per tutti i Rotariani del mondo per ritrovarsi, riconoscere i progressi fatti nella nostra lotta alla polio, e per pianificare le azioni da intraprendere per porre fine a questa malattia per sempre. La parola chiave è Azione, perché abbiamo ancora tanto lavoro da fare.

Quest'anno, desideriamo vedere il numero più elevato possibile di Rotary club che organizzano eventi per la Giornata Mondiale della Polio in tutto il mondo. Avete bisogno di idee? Potreste organizzare una festa per visionare, insieme ad amici e soci, l'Aggiornamento globale online del Rotary. Potreste anche dedicare una riunione di club a World Polio Day o creare un evento di raccolta fondi. E non dimenticate che ogni dollaro raccolto viene equiparato con un rapporto di 2 a 1 dalla Bill & Melinda Gates Foundation.

Una volta pianificato un evento, registratelo sul sito endpolio.org/it/register-your-event e promuovetelo usando il Toolkit della Giornata Mondiale della Polio, disponibile al sito endpolio.org/it/world-polio-day.

Segnatevi la data per seguire l'Aggiornamento globale online della Giornata Mondiale della polio del Rotary, il 24 ottobre. Quest'anno lo streaming del programma sarà sulla pagina Facebook di @RotaryItalia. Inoltre, non dimenticate di seguire l'evento sui social media e condividerlo con tutto il vostro network.

Una volta raggiunto il nostro obiettivo, la polio sarà solo la seconda malattia umana ad essere eradicata dal pianeta, e il Rotary sarà riconosciuto a livello internazionale. Ma ciò quello che più conta è che i bambini non dovranno più affrontare questo terribile, paralizzante virus. Il Rotary deve continuare a connettere il mondo nello sforzo per l'eradicazione della polio. Sta a noi completare l'opera.


Settembre 2019

Qui negli Stati Uniti, si sta concludendo un’altra estate. Per la famiglia Maloney, ogni estate si conclude con il ritorno nella mia città di Ridgway, Illinois, per il festival annuale Popcorn Day, dove sono onorato di ricoprire il ruolo di “Popcorn King,” il maestro di cerimonie per gli eventi della giornata. 

A prescindere dalla stagione, ogni famiglia ha le sue tradizioni. Vorrei suggerirne una nuova per la vostra famiglia: trovate un’opportunità per presentare la vostra famiglia al Rotary. Una delle tradizioni della mia famiglia è di portare le nostre figlie e nipotini alla Convention del Rotary International. La Convention 2020 a Honolulu sarà un modo meraviglioso per presentare ai vostri figli e nipoti l’internazionalità del Rotary. Stiamo pianificando tanti eventi divertenti orientati alla famiglia.

Ogni volta si tratta di un momento favoloso per portare i membri della famiglia a un progetto d'azione rotariana o ad un evento di raccolta fondi. Ma forse non avete visto molti eventi a misura di famiglia nel vostro club. Proprio per questo motivo una delle mie principali priorità di quest'anno è rendere la maggior parte degli eventi rotariani accoglienti per tutti i familiari.

Dobbiamo promuovere una cultura in cui il Rotary non fa concorrenza alla famiglia, ma la integra. Non dovremmo mai aspettarci che i nostri soci possano scegliere tra le due cose. Ciò significa essere realistici nelle nostre aspettative, attenti nella programmazione e nell'accoglienza dei bambini agli eventi del Rotary a tutti i livelli.

Spesso, i giovani professionisti che il Rotary deve attrarre per rimanere un'organizzazione di service dinamica del XXI secolo sono proprio le persone che hanno le maggiori responsabilità familiari. Non dobbiamo tenere questi giovani soci potenziali lontani dalle loro famiglie organizzando eventi serali e di fine settimana, ai quali i loro figli non sono i benvenuti.

Per troppo tempo, abbiamo chiuso le porte di molti eventi rotariani ai figli e a volte anche ai coniugi. Queste sono davvero delle opportunità sprecate! Ogni opportunità che abbiamo per trasmettere il dono del Rotary ai giovani è un'opportunità che dobbiamo cogliere se vogliamo far crescere il Rotary e garantire che la prossima generazione sia pienamente impegnata nella nostra missione.

Quindi apriamo le nostre porte e facciamolo in modo divertente, con opportunità che fanno sì che i nostri figli e nipoti vogliano conoscere meglio l'Interact, il Rotaract e l'affiliazione al Rotary. Iniziate da zero se necessario, magari organizzando alcune delle vostre riunioni in orari più adatti alle famiglie, ma pensate anche a come continuare questo tipo di eventi nei prossimi anni.

Portare i bambini agli eventi del Rotary non è solo divertente, ma li espone anche al mondo! Rendete questo anno memorabile per la vostra famiglia, e un anno indimenticabile per la famiglia in continua crescita del Rotary, mostrando come Il Rotary connette il mondo.


Agosto 2019

Per l'anno 2019/2020, desidero incoraggiare Rotariani e Rotaractiani a far crescere il Rotary. Dobbiamo aumentare il nostro service, dobbiamo ampliare l'impatto dei nostri progetti, ma, cosa più importante, dobbiamo far crescere il nostro effettivo, per poter fare ancora di più.

Proviamo questo nuovo approccio all'effettivo, un approccio più organizzato e strategico. Chiedo a ogni club di formare una commissione per l'effettivo attiva, composta da persone con background differenti, che analizzeranno in modo metodico la leadership della comunità.

La commissione per l'effettivo del vostro club potrà quindi applicare il sistema delle classificazioni del Rotary — ideato per assicurare la rappresentanza della gamma di professioni della comunità locale — per identificare potenziali leader con competenze, talenti e carattere che potranno rafforzare il vostro club. Se la commissione non è certa su come procedere, utilizzate la lista di spunta per la commissione per l'effettivo di club disponibile nel sito Rotary.org/it per i passi necessari, definiti in modo chiaro, per organizzare il lavoro della commissione.

In che altro modo potremo connetterci per far crescere il Rotary? Potremmo anche formare nuovi tipi di club — sia club indipendenti che club satellite — con espedienti differenti per le riunioni e le opportunità di service, non solo dove non esiste il Rotary, ma anche dove il Rotary sta già avendo successo. Nessun Rotary club al mondo può possibilmente offrire il suo servizio a tutte le componenti della sua comunità. Pertanto dobbiamo organizzare nuovi club per coinvolgere i leader delle comunità che non sono in grado di connettersi con i nostri club esistenti.

Far crescere il Rotary significa fare leva sulle connessioni che rendono unica la nostra organizzazione nel mondo e rafforzarle e moltiplicarle. Prendiamo insieme l'impegno di sviluppare il Rotary accogliendo la generazione futura di donne e uomini mentre Il Rotary connette il mondo.


Luglio 2019

Io amo viaggiare! Mi piace persino il semplice e banale processo di spostarmi da un posto all'altro. Però l'anno scorso mia moglie Gay e io abbiamo vissuto un'esperienza di quelle che metterebbero a dura prova l'ottimismo anche del più entusiasta dei viaggiatori. Sei ore da aspettare, in un aeroporto in cui non avremmo dovuto essere, in un giorno in cui non avevamo programmato di essere ancora in viaggio, dopo esserci svegliati al mattino in un albergo che la sera prima ignoravamo che esistesse. Una di quelle giornate.

Era l'aeroporto internazionale John F. Kennedy di New York, e per ingannare l'attesa Gay e io avevamo fatto un giro per guardare la gente. Abbiamo percorso il terminal da un capo all'altro, avanti e indietro, osservando a ogni uscita d'imbarco, per le tante destinazioni, i gruppi di persone in attesa del proprio volo.

Ogni uscita era un'isola di umanità a sé stante. Quando camminavamo al centro del grande atrio del terminal, eravamo a New York, ci muovevamo insieme a tutti gli altri in uno stesso fiume. Ogni volta che qualcuno si staccava e andava a sedersi su uno di quei sedili, però, lasciava la corrente e finiva su un'isola. Era già a Delhi, o a Parigi, o a Tel Aviv.

All'inizio della passeggiata, ho pensato: "Tutta questa gente, così diversa, da tanti Paesi diversi, tutti nello stesso posto. È come il Rotary!". Ma poi, mentre passavamo vicino alle uscite, uno dopo l'altro, mi sono reso conto che non era affatto come il Rotary, per niente. Perché in quel fiume ognuno si dirigeva verso un'isola. E ogni isola restava un'isola. Le persone che andavano a Taipei parlavano fra loro, forse, ma non parlavano con chi andava a Lagos o al Cairo.

Che differenza con il Rotary! Il Rotary ci permette di connetterci l'uno con l'altro, in modo profondo e significativo, superando le nostre differenze. Ci connette con persone che altrimenti non avremmo mai incontrato, e che poi sono come noi, molto più di quanto potevamo mai sapere. Ci connette con le nostre comunità, con tante opportunità professionali, e con la gente che ha bisogno del nostro aiuto.

È la connessione che rende l'esperienza del Rotary così diversa da quella passeggiata nell'atrio dell'aeroporto JFK. Nel Rotary, nessuno di noi è un'isola. Tutti stiamo nel Rotary insieme, chiunque uno sia, da qualunque posto venga, qualunque lingua parli e quali che siano le tradizioni che segue. Siamo tutti connessi l'un l'altro – parte della nostra comunità e soci non solo dei nostri club, ma anche della comunità globale a cui apparteniamo tutti.

Questa connessione è ciò che sta al cuore dell'esperienza del Rotary. È ciò che ci porta al Rotary. È il motivo per cui ci restiamo. Vi invito ad unirvi ai vostri amici nel Rotary, in questo viaggio in cui Il Rotary connette il mondo.